L’Essiccazione

Nello stesso giorno della raccolta e della sfioratura, lo zafferano viene poi essiccato. La fase è molto delicata, poiché determina gran parte della qualità finale della spezia.

Differenziamo in due diversi pratiche l’essiccazione dello zafferano: La prima prevede un’essiccazione classica, ossia una tostatura a fuoco diretto che vede lo zafferano affiancato ad un camino. Non utilizziamo legname trattato o contente resine, al fine di non intaccare il gusto del nostro zafferano. Questo tipo di essiccazione trasferisce allo zafferano dei retrogusti particolari.

L’altro metodo di essiccazione prevede un’essiccazione meccanica, con appositi forni a ventilazione. Questo tipo di essiccazione non trasferisce particolari caratteristiche di gusto allo zafferano.  Le tecniche di essiccazione vengono selezionate in base all’utilizzo che avrà poi il nostro zafferano.