La Sfioratura

Rigorosamente nello stesso giorno della raccolta, lo zafferano viene sfiorato. Gli stigmi vengono manualmente rimossi dai tepali e vengono raccolti per essere poi destinati alla fase di essiccazione.

La fase è molto delicata poiché nella sfioratura i tre stigmi devono rimanere uniti e non devono subire danni, al fine di preservare le qualità e la bellezza estetica dello zafferano.

Il processo è molto lento e delicato e viene vissuto intorno ad un tavolo per intere giornate. Sono momenti che riportano alla mente antiche usanze del passato dove conviviali e manualità erano gli elementi cardine della vita. Intorno al tavolo continuano così a nascere e ad essere raccontate storie ed aneddoti sulla vita di tutti i giorni, in perfetta controtendenza con i tempi di oggi.

.