Il Terreno

I tre elementi fondamentali che abbiamo tenuto in considerazione per la coltivazione dello zafferano sono stati struttura del terreno, quota ed esposizione. Il terreno che abbiamo selezionato per coltivare il nostro zafferano è  frutto di un recupero di un’area incolta da circa trent’anni, situata a 430m sul livello del mare. Tutto è iniziato circa dieci anni fa, quando,dopo degli esami effettuati, è emerso che la struttura del terreno si prestava perfettamente alla coltivazione dello zafferano.

Abbiamo dedicato molto tempo e molta attenzione al recupero di questa area, un tempo coltivata e quindi riportata alle sue antiche origini, quando veniva curata e coltivata con lo stesso amore e rispetto che cerchiamo di metterci noi.

Questo grande impegno per recuperare il terreno è stato ampiamente ripagato dalla grande soddisfazione di vederlo vivere ancora dopo un lungo periodo di incuria e abbandono. La particolare struttura di questo terreno, drenante e sciolto allo stesso momento, è dovuta al fatto che in origine fosse un antico fondale marino. Il terreno è inoltre esposto perfettamente a Sud, condizione fondamentale per una completa esposizione al sole della coltivazione.

Queste caratteristiche fanno crescere e riprodurre i bulbi in condizioni ottimali, e di conseguenza uno zafferano di qualità a 360 gradi.